Si è concluso con grande successo l’evento dal 2 al 5 giugno dal tema “Onemeeting Sinergy Around Automation II edizione” organizzato dal gruppo Megawatt spa, uno dei distributori più importanti d’Italia nel settore del materiale elettrico, nella splendida cornice di Marina di Lesina (Manfredonia – FG) sul Gargano e che ha riunito i più i portanti player internazionali del calibro di ABB domotica, I Guzzini illuminazione, Legrand, Emerson Industrial Automation, Omron Industrial automation,  Phoenix contact, Pneumax, Schneider electric, Sick sensor intelligence, Siemens, intorno al tema delle nuove tecnologie del futuro e il loro sviluppo sul mercato.

L’evento ha riunito i protagonisti del mercato della building automation, dell’automazione industriale, della domotica, dell’installazione, e della progettazione. Un’esperienza professionale coinvolgente, una organizzazione impeccabile da parte del gruppo Megawatt spa, un confronto sui temi delle nuove tecnologie, nuovi sistemi di controllo dell’illuminazione e nuove visioni per una progettazione della luce al passo coi tempi e in linea con le nuove esigenze del mercato.

Onemeeting Sinergy Around Automation II edizione di Megawatt spa

Onemeeting Sinergy Around Automation II edizione di Megawatt spa

I relatori hanno esposto temi di grande interesse e attualità, ma soprattutto si è parlato di futuro. Il mio intervento sul tema “La luce e nuove opportunità al tempo del Building Automation” ha voluto porre l’accento sulla grande opportunità che in questo momento offre il mercato per le nuove tecnologie e la progettazione evoluta della luce.  Si rende sempre più necessaria una struttura di rete tra i diversi player di mercato nell’intento di amplificare e migliorare le performance di successo di ciascuno. Il mio punto di vista è che non possiamo fare a meno di una progettazione evoluta, che intercetta in un momento come questo grandi opportunità di business proprio grazie alla tecnologia e i benefici in termini economici che si riesce ad ottenere.

Penso che le nuove tecnologie stiano cambiando velocemente il modo di progettare la luce e gli obiettivi da raggiungere. Se pensiamo alla rivoluzione a cui stiamo assistendo nel campo dell’illuminazione e mi riferisco al passaggio dalle vecchie sorgenti luminose ai nuovi LED possiamo dire che stiamo modificando sensibilmente i nostri luoghi di lavoro, le nostre abitazioni le nostre città. È cambiato l’approccio ma soprattutto stiamo sfruttando una grande opportunità di crescita culturale ed estetica. Abbiamo la capacità di influenzare e il resto del mondo è influenzato dall’Italian Way of Building Automation.  Quello che fa la differenza è il nostro stile, lo stile italiano. Non l’omologazione ad uno standard ma la possibilità che la tecnologia oggi ci offre di rafforzare l’identità, la nostra soprattutto rispetto al resto del mondo.

Onemeeting Sinergy Around Automation II edizione di Megawatt spa

Onemeeting Sinergy Around Automation II edizione di Megawatt spa

Dall’intervento del 4 giugno è emerso come l’architettura è un possibile strumento di valore, commerciale o mediatico, e le committenze specie quelle private le usano e le sfruttano come forma di speculazione finanziaria sul mercato, non solo immobiliare ma anche di brand. Il modo in cui ciascuno di noi scopre il mondo da bambino, scoprire attraverso lo stupore e la meraviglia il mondo che ci circonda e le persone che vi vivono. La luce è una esaltazione dello spazio, è sequenza, ritmo, è scrittura e lettura è percezione ed emozione è comunicazione. La luce deve evocare questa connessione, e diventare bellezza. Una architettura che si esprime attraverso la luce, anche giocandoci. Ogni mese, ogni giorno e ogni ora l’architettura parla attraverso la luce.

Pensare ad una progettazione contaminata da una cultura interdisciplinare in grado di restituire felicità alle persone, questo è l’obiettivo. Ad esempio  è il caso di FIESTA che vuole restituire alla collettività il diritto alla felicità, il ritrovarsi in luoghi dall’atmosfera incantevole, in luoghi magici e interpreta le nuove esigenze di mercato. Un momento di incontro e di scambio culturale tra professionisti del settore della progettazione della luce come l’amico arch. Alessandro Grassia con il quale mi sono piacevolmente intrattenuto in un lungo dialogo sui cambiamenti repentini del mercato e il cambiamento sostenibile che la nostra professione di progettisti della luce oggi si trova a vivere. La progettazione della luce ha assunto oggi un valore importantissimo e indispensabile  in settori in cui è richiesto non solo sostenibilità, benessere ma anche economicità ed efficacia.

Onemeeting Sinergy Around Automation II edizione di Megawatt spa

Onemeeting Sinergy Around Automation II edizione di Megawatt spa

Dal meeting organizzato dal gruppo Megawatt spa sono emersi momenti molto interessanti, stimolanti e ricchi di opportunità da saper cogliere anche grazie alla “vision” imprenditoriale del gruppo su temi attuali e necessari. Si è parlato di futuro. Il futuro della tecnologia, della progettazione della luce e di mercato. La necessità che vi è oggi di progettare nuovi scenari grazie all’impiego delle nuove e più sofisticate tecnologie.

Ringrazio il gruppo Megawatt per l’invito e l’impeccabile accoglienza e per aver toccato temi di interesse attuale e soprattutto perché ha saputo dimostrare di guardare al futuro con entusiasmo utilizzando nuovi e moderni approcci al mercato. La luce oggi è quello che tutti vogliono per amplificare un’emozione, aumentare flusso ed aumentare l’economia.

 

Hai trovato questo articolo interessante?
Hai bisogno di maggiori informazioni?
Vuoi una consulenza personalizzata?